L’isola di Mauritius, un paradiso tropicale

In un ambiente esotico di lussureggianti alberi e palme da cocco, le cime delle montagne si stagliano contro il blu dell’orizzonte. Questo lembo di terra diventerà l’isola di Mauritius che gli olandesi nel 1598 chiamarono così in onore di Maurice di Nassau, Statolder dell’Olanda.

Storia dell’isola Mauritius

L’isola fa parte dell’arcipelago delle Mascarene, scoperte dal navigatore portoghese Pedro Mascarenhas all’inizio del XV secolo. Già gli arabi conoscevano queste isole con il nome di Dina Robin, come riportato sulla carta di Cantinp del 1502.
I navigatori apprezzavano molto l’isola di Mauritius per la posizione dei suoi porti e della sua laguna che li proteggevano dalle tempeste dell’Oceano Indiano. Era fondamentale nella rotta per le Indie e offriva cibo e riparo a tutte le navi da commercio naviganti su questo oceano, divenne inglese nel 1810 e lo rimase fino alla sua indipendenza nel 1968.

MMauritius e lo zucchero, una grande storia d’amore

La nascita della coltura della canna da zucchero inizia nel 1638. Gli olandesi stabiliti a Giava e preoccupati per il commercio delle spezie inviarono un contingente per sfruttare le risorse naturali e soprattutto per impedire agli inglesi e ai francesi di stabilirvisi.
Il loro insediamento principale fu chiamato Grand Port vicino a Fort Frederik Hendrik. Loro introdussero principalmente la canna da zucchero ma dovettero decidersi ad abbandonare l’isola nel 1710
In seguito il francese Dufresne d’Arsel approdò nell’isola nel 1715 e ne prese possesso chiamandola Ile de France. Lo sviluppo dell’isola ad opera dei primi abitanti fu difficile. Carestie, intemperie, difficoltà di comunicazione : niente risparmiò la colonia che dovette lottare contro le cavallette e i topi che distruggevano le coltivazioni. Ma alla fine l’isola fu coperta da un bel verde chiaro e le piantagioni di canna da zucchero coprirono gran parte del suo territorio.

Una terra generosa come il suo zucchero

Il sole, coadiuvato dai venti marini che soffiano su quest’isola nel mezzo dell’Oceano Indiano, ci offre questo tesoro, lo stesso diILANGA NATURE vorrei presentarti oggi.

Île Maurice
Île Maurice